Assapora le emozioni del “Qui-Ora”

Assapora il “Qui-Ora”

Per la maggior parte del nostro tempo funzioniamo in modo automatico, meccanico, senza essere veramente consapevoli delle esperienze che stiamo vivendo.

Questo funzionamento in modalità di ‘inconsapevolezza cronica’ ha conseguenze importanti sulla nostra qualità di vita. Il rischio è di passare accanto alla nostra vita, scollegati da ciò che è davvero significativo, sopraffatti da pensieri, condizionamenti, accadimenti, emozioni, che diventano poco alla volta, fonte di stress crescente. Capita anche a te? La domanda più esplicita riguarda ‘come’ possiamo evitare di ritrovarci in questa situazione. È possibile imparare, al di là e nonostante le circostanze esterne, ad apprezzare la nostra vita, prima che diventi troppo tardi?

Secondo Jon Kabat-Zinn [prof.emerito alla Facoltà di Medicina dell’Università del Massachuttes] per vivere in piena consapevolezza, occorre abbracciare la propria vita in tutta la sua ricchezza, trovando uno spazio interiore per crescere in forza e saggezza. Se esistesse una bacchetta magica in grado di far scomparire tutte le cose spiacevoli che circondano la nostra vita, qualcuno l’avrebbe già inventata e probabilmente anche tu, ne saresti già in possesso.

Non si tratta di questo. La sfida tuttavia è molto interessante e consiste nell’ imparare a sbarazzarsi dell’abitudine, connetterci con la nostra straordinaria capacità di attenzione e ricollegarci a tutti i nostri sensi.

La bellezza di tutto questo avviene quando impariamo a fermarci e ad assaporare le emozioni del  ‘qui-ora’, mettendo qualche volta in stand by il nostro cervello. Quest’ultimo che è una potente ‘macchina per pensare’, straordinariamente capace di analizzare, valutare, classificare e confrontare, che spesso ci porta altrove rispetto a dove siamo, proiettandoci in un passato o in un futuro, con il risultato di renderci estranei  al nostro presente.

“Parte del tempo ce la strappano di mano, parte ce la sottraggono con delicatezza
e parte scivola via senza che ce ne accorgiamo”
Seneca

SE TI STAI CHIEDENDO COME FARE, TI PROPONGO UNA PICCOLA SFIDA: 

Resta dove sei per 5′. Impegnati a non muoverti in modo automatico, anche se ti viene da grattarti, da scacciare una mosca oppure da cambiare una posizione scomoda.
Se senti prurito, solletico, in una parte del corpo, semplicemente osserva ciò che accade.
Prendi l’impulso di muoverti o grattarti CONSAPEVOLMENTE, ovvero decidi tu quando è il momento e quando lo fai, osserva il movimento della mano. Come si muove? Con quale velocità?
A quel punto fallo.
Come cambia l’esito della ‘grattatina’?

Raccontami com’è andata!

Luce

Raffaella

 


2 Comments

  1. SignorBlu

    Assaporare le emozioni del “Qui-Ora” porta decisamente benefici. Aumentare la consepovolezza di essere parte attiva, quindi decisiva, nella nostra vita. Forse un primo passo per vivere la vita e non subirla.
    Ciao, ottimo blog.

    • Raffaella

      Grazie del tuo commento Signor Blu! Sono convinta che la consapevolezza sia la chiave per aprire la porta della trasformazione. Confido tu possa vivere passo dopo passo, la vita che vuoi ♥

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge